La plastica scorre nelle vene: contaminazione da microplastiche negli animali

Ambiente Mare Italia - AMI Informa

15 Luglio 2022

Ultime notizie

Gli scienziati della Vrije Universiteit Amsterdam (VUA) hanno pubblicato i dati della ricerca, commissionata dalla Plastic Soup Foundation, sulla contaminazione di microplastiche negli animali d’allevamento.

Pochi mesi fa uno studio aveva rilevato la presenza di microplastiche nel sangue umano, segnando ancora una volta l’estrema ingerenza dei polimeri di plastica nelle nostre vite. Oggi le invisibili molecole di plastica stanno raggiungendo ogni ambito della vita sulla Terra: anche gli animali sono stati coinvolti. Lo studio olandese ha rilevato, infatti, la presenza di microplastiche nella maggior parte dei prodotti caseari e nella carne prodotta da animali da allevamento destinati alla grande distribuzione.

Maria Westerbos, della Plastic Soup Foundation, ha dichiarato: “Con le microplastiche presenti nei mangimi per animali, non sorprende che una chiara maggioranza della carne e dei latticini testati fossero contaminati. Abbiamo urgente bisogno di liberare il mondo dalla plastica nei mangimi per animali per proteggere la salute del bestiame e degli esseri umani.”

La presenza di polimeri di plastica nel sangue è correlata a due fattori principali: le microplastiche nei mangimi, riscontrate in tutti i campioni analizzati, e il rilascio di particelle plastiche dagli imballaggi del mangime.

La ricerca è stata condotta su campioni di sangue bovino e suino, in ognuno dei quali sono state trovate tracce di particelle di polietilene e polistirene. L’invasione di plastica è stata rinvenuta anche nei campioni di latte analizzati, di provenienza commerciale, agricola e artigianale (munto a mano), di cui circa il 70% presentava microplastiche. Tuto ciò dimostra, ormai, l’onnipresenza dei polimeri plastici in ogni attività umana.

Le analisi proseguono e il prossimo passo secondo gli esperti sarà indagare le vie di contaminazione della plastica. La Dr Heather Leslie (della VUA) ha sostenuto “Con le analisi sul sangue possiamo scoprire la dose assorbita da tutte le diverse vie di esposizione: aria, acqua, cibo, ecc”.

 L’impatto delle microplastiche sulla salute non è ancora scientificamente accertato, tuttavia test condotti in laboratorio hanno mostrato come le microplastiche siano in grado di creare danni alle cellule umane, pericolo già rivelato in alcuni animali selvatici negli anni precedenti.