Cop27: la strada è una transizione “giusta”

Dopo il primo giorno dedicato agli interventi istituzionali e alla presentazione della Conferenza stessa, i 120 Capi di Stato, il mondo della scienza e dell’attivismo hanno cominciato a confrontarsi sulle tematiche principali in ambito climatico. Il 7 e l’8 novembre il programma della Cop ha avuto al centro delle discussioni il tema della “transizione giusta”.“Nessuno

Biodiversità: crisi del patrimonio biologico globale

Secondo uno studio pubblicato su Nature, la massa di prodotti artificiali generati dall’uomo (fatta di edifici, strade, cemento e tanto altro) ha superato quella naturale che racchiude l’insieme di “tutta la vita” presente sul Pianeta (biomassa,animali, microrganismi, piante e funghi). Si tratta di un dato che fa comprendere bene quanto negli anni l’attività umana sia

Deforestazione: Amazzonia e non solo

La deforestazione e la conseguente crisi del suolo che sta investendo gran parte delle zone più rigogliose del Pianeta è una problematica al centro delle attenzioni delle Istituzioni internazionali. L’Europa nell’ultimo anno ha dibattuto a lungo nelle proprie sedi per porre un rimedio al decadimento delle zone forestali. All’interno del pacchetto Fit for 55, infatti,

Allarme siccità: mezza Europa a secco

La crisi climatica che il mondo sta vivendo ha molte facce e molte di queste arrecano gravi danni all’uomo e alla sua sopravvivenza. Eventi climatici estremi, condizioni climatiche instabili, incendi, nubifragi sono tutti esempi di come il clima stia diventando sempre più protagonista in molti ambiti umani, dalla politica fino economia. Il servizio scientifico della

Conferenza sul clima 2022: Agiamo ora!

Sono sempre più urgenti decisioni politiche coraggiose per contrastare le disastrose conseguenze climatiche che il mondo sta vivendo. Nell’ultimo anno le manifestazioni climatiche estreme sono state sempre più frequenti e con danni sempre maggiori. Governi e il mondo della scienza hanno lanciato un allarme congiunto all’Umanità: “è l’ultima chiamata per agire”. La siccità che avanza e distrugge